A proposito della Fortezza delle Borse

Approfitterò di questo articolo per tirare fuori diverse cose che trovo interessante che tu sappia, e toccherò diversi argomenti.

Vorrei mostrarvi un grafico Bespoke che mostra le sessioni in cui l’indice tecnologico Nasdaq è sceso di oltre il -2% e l’indice Dow Jones è salito sfruttando la sua minore esposizione alle società del settore. Fondamentalmente la maggior parte delle volte che ciò è accaduto è stato nel 2000-2001, precisamente in coincidenza con l’esplosione della bolla tecnologica. Sicuramente, quest’anno le prestazioni del Dow Jones non differiscono molto dal Nasdaq o addirittura lo superano, poiché poiché l’effetto dei vaccini è in atto, il progressivo ritorno alla normalità guiderà più valori non tecnologici che erano anche quello che è rimasto indietro lo scorso anno.

Per il momento, le azioni rimangono forti e rialziste con uno degli inizi dell’anno più promettenti nel corso della sua storia. Ma nel grafico seguente di LPL Research possiamo vedere il confronto dell’inizio di quest’anno con le altre due migliori occasioni (1982 e 2009) e vediamo che le direzioni sono molto simili, anche se ora siamo in un momento in cui quelle due occasioni sono cadute, vedremo se continueremo a “copiare” l’inerzia o ci stacceremo dal passato. Inoltre, anche storicamente parlando, siamo anche nel periodo dell’anno in cui i mercati sono deboli quando abbiamo un nuovo inquilino alla Casa Bianca.

Immagine

La ripresa dei mercati azionari mondiali dai minimi del 2020 è molto disomogenea. Ad esempio, abbiamo l’S & P500 che è aumentato di quasi l’80% e il Dax tedesco del 66%. Ma dietro ci sono l’Eurostoxx 50 con + 56%, l’italiano Mib + 55%, il francese Cac + 55% e lo Ibex 35 + 33%. Così, l’S & P500 e il Dax hanno recuperato i livelli pre-pandemici, con il Cac a meno del 6% e l’Eurostoxx a meno del 5%, ma l’Ibex ancora molto lontano (24% in più o in meno).

Ovviamente, l’indice spagnolo è stato penalizzato più di chiunque altro dalla sua maggiore esposizione al settore bancario e del tempo libero. Ci si potrebbe aspettare che proprio per questo possa comportarsi meglio non appena verrà imposta la riapertura delle economie, ma è una cosa che impiegherà ancora molto tempo ad arrivare e sarà molto lenta e progressiva, senza dimenticare che la disoccupazione il tasso di cui soffriamo aumenterà non appena ERTES potrà diventare ERES.

Come è logico, di fronte a un tale rally delle azioni, l’oro soffre ed è già sceso del -18,2% dallo scorso agosto.

Il fatto che il rendimento dell’obbligazione statunitense a 10 anni sia intorno all’1,5-1,6% implica che praticamente corrisponda al rendimento da dividendo dell’S & P500 che è dell’1,48% ed è vicino a quello del Dow Jones che è dell’1,93%. Ciò potrebbe significare un’uscita di denaro dalle Borse verso il reddito fisso, ma anche se così fosse, sarebbe un processo graduale, senza sorprese. Per ora, gli investitori si sentono a proprio agio nell’acquistare azioni e sono trascinati dall’inerzia e dai venti favorevoli.

A proposito, un altro fatto storico che vi lascio. L’S & P500, dal 1950 al 2019, se prendiamo il 3 marzo (che è oggi), ha avuto un rendimento medio del + 0,13%.

Ma c’è vita oltre i classici mercati. Ad esempio, esiste una criptovaluta chiamata cardano che rende il rally bitcoin un gioco da ragazzi. Sì, come avete sentito, perché nell’ultimo anno è salito niente di più e niente di meno del + 2500% e lo scorso febbraio è salito del + 300%.

Immagine

All’interno delle materie prime c’è un po ‘di tutto. L’S & P GSCI è salito del + 10,6% a febbraio, con rame ed energia i più forti. S&P GSCI Oil è salito del + 18,1%, S&P GSCI Copper + 15,6%, quasi il doppio del secondo best performer di S&P GSCI Aluminium, S&P GSCI Gold è sceso del -6,6% in quello che è stato il suo più grande calo mensile dalla fine del 2016. Lo S&P GSCI il platino è salito del + 9,8% a livelli mai visti in 5 anni a causa di una carenza di offerta internazionale.

Iscriviti (è gratuito) e riceverai gli articoli che vengono scritti nella tua email comodamente e in tempo reale. Clicca qui sottoscrivere

I miei servizi

Rivolto a chiunque sia interessato ai mercati finanziari, sia a chi vuole iniziare in piccolo e imparare, sia a chi investe da tempo. Tutto questo spiegato in modo semplice e divertente, con l’obiettivo che tutti lo capiscano indipendentemente dalla loro conoscenza o esperienza.

Leave a Reply