5 modi per andare short e fare trading al ribasso

5 modi per andare short e fare trading al ribasso

5 modi per andare short e fare trading al ribasso Sì, nei mercati azionari possiamo operare anche al ribasso e più il mercato scende, più vinceremo, e viceversa, più il mercato sale, più perderemo.

Cosa sta andando corto e scambiato basso?

Il modo tradizionale di operare nei mercati finanziari è in su, vale a dire, compriamo un bene (azioni, valute, materie prime, indici, obbligazioni, ecc.) e confidiamo che il tuo il prezzo di listino sale e poi vendere, chiudere l’operazione e guadagnare denaro, nello specifico la differenza tra il nostro prezzo di acquisto e il prezzo di vendita. Ovviamente, se vendiamo a un prezzo inferiore a quello che avevamo comprato, perderemo denaro.

Bene, finora niente di nuovo che nessuno non sappia, giusto? Ma possiamo anche operare al contrario, cioè commercio basso mettendoci corti.

L’idea da tenere a mente è che quando facciamo trading al rialzo e lo compriamo si chiama lungo. d’altra parte, quando scendiamo si chiama breve.

Quando si parla di essere corto intendiamo dire che siamo posizionati ribassisti in un mercato perché crediamo che per qualsiasi motivo sia debole e cadrà.

Perché andare short e fare trading al ribasso?

Bene, ci sono fondamentalmente due ragioni convincenti per questo:

– Stimiamo che a il mercato è debole o sarà molto presto e pensiamo che cadrà e vogliamo approfittare di quella caduta o viaggio discendente.

– Che cosa copertura di protezione per controllare la volatilità e per coprire una posizione. Ad esempio, immaginiamo di essere acquistati e di avere azioni di un’azienda in un settore. Ma poiché non siamo sicuri che il settore sia molto forte, perché andiamo short in un’altra società del settore, quindi se il settore alla fine va male, la posizione corta ci dà guadagni che ci aiutano a mitigare le perdite causate con l’acquisto delle altre azioni.

Serve anche per fare un strategia chiamata coppie, in cui vengono presi 2 mercati simili o dello stesso settore o natura, e uno è più forte dell’altro, immaginiamo BBVA e Deutsche Bank. Bene, andiamo long (compriamo) sul forte e andiamo short (venduto) sul debole. Supponiamo di essere long su BBVA e short su Deutsche Bank. Ora ci sono diverse possibilità in cui vinceremmo:

* Il forte sale e il debole cade: perfetto, è lo scenario dei sogni, quello che cerchiamo e guadagniamo in entrambe le operazioni.

* Entrambi si alzano e il forte più del debole: abbiamo fatto soldi solo con l’operazione di acquisto di BBVA ma ci porta più soldi di quelli persi con lo short in Deutsche Bank.

* Entrambi scendono, ma i forti scendono meno dei deboli: Vinciamo con la posizione corta di Deutsche Bank ma ci porta più soldi di quelli che abbiamo perso con l’acquisto di BBVA.

Cosa serve per andare short e fare trading al ribasso?

Il primo passo è fare trading con a broker che permette questo tipo di operazione. oggi quasi il 95% lo consente, quindi non c’è problema. Nel prismabursatil.com “Il netflix finanziario”, sto caricando tanti corsi in video per imparare ad investire in borsa e fare trading. E uno di questi è I migliori broker per operare in ogni mercato azionario Tutto questo partendo da zero, in modo semplice e divertente attraverso brevi video in modo che il tempo non sia un problema per te e tu possa imparare al tuo ritmo, dove e quando vuoi.

E, naturalmente, di solito è fatto da futures, CFD e altri strumenti, quindi devi operare con un broker che ha questi strumenti.

Dillo a funzionamento a breve termine È fantastico andare short e fare trading al ribasso, ma per periodi di tempo più lunghi (medio e lungo termine) non lo consiglio.

Come essere short e ribassisti?

Ho messo alcune semplici linee guida o passaggi ma in questo caso come farlo con le azioni della società.

1° Sono presi azioni prese in prestito di una società, azioni che vengono restituite in seguito.

2° Le azioni in vendita sul mercato come se fossero di proprietà dell’investitore.

3º Quando il prezzo delle azioni scende, l’investitore comprali e restituiscili all’ente che li aveva prestati prima. È quello che si chiama vendita del credito.

La differenza tra vendere e comprare è il profitto che l’investitore ottiene. Ma se le azioni non sono diminuite ma sono aumentate, l’investitore perde denaro nell’operazione.

Nel caso fosse necessario, lo ricordo se siamo comprati l’operazione si chiude vendendo (se compro 100 azioni Apple e poi vendo 100 azioni Apple l’operazione si chiude) e se siamo bassi, cioè se vendiamo l’operazione si chiude acquistando (se sono short con 100 azioni Amazon e poi compro 100 azioni Amazon l’operazione si chiude).

In che modo possiamo tagliarci corto?

spiegherò 5 modi per andare short e fare trading al ribasso ed è che gli investitori non possono permettersi di rinunciare agli strumenti che hanno a disposizione per vincere sui mercati.

Dei 5 modi, commento che l’opzione di warrant è il più pericoloso e se non sei molto esperto lascia perdere. Il tema di anche le opzioni hanno dei rischi, quindi è meglio aspettare di aver padroneggiato quello strumento. Le prime 3 opzioni sono futures, cfds e inverse etfs.

– Prestito di azioni: È un accordo con il quale il prestatore trasferisce temporaneamente alcune azioni al mutuatario e il mutuatario è obbligato a restituirle al momento della richiesta o alla scadenza concordata del prestito. In cambio, il creditore riceve beni dall’assicurato come garanzia.

– Futures: È un contratto a termine con il quale le parti raggiungono un accordo per effettuare la vendita di un bene ad una data futura e ad un prezzo predeterminato. Una garanzia è depositata e ha una scadenza specifica e viene eseguita anche se la previsione dell’investitore non è stata soddisfatta.

Esempio con un indice azionario. Riteniamo che l’Ibex 35 cadrà o continuerà a cadere. Bene, nel broker abbiamo lanciato un ordine di vendita per 1 contratto a 9.000 punti. Pertanto, tutto ciò che l’Ibex 35 scende sotto i 9.000 punti rappresenta un guadagno. Se l’indice è sceso a 8.500 punti, chiudiamo l’operazione inserendo un ordine di acquisto a 8.500 per 1 contratto. L’operazione è stata chiusa e abbiamo guadagnato 500 punti, che essendo 1 contratto sono 5.000 euro di profitto.

– CFD: È un contratto tra l’acquirente e il venditore, in base al quale il venditore pagherà all’acquirente la differenza tra il valore attuale di un’attività sottostante al momento della risoluzione del contratto. Richiedono all’investitore di depositare una piccola somma come garanzia, che consente loro di operare come se avessero più soldi.

Esempio con azioni. Riteniamo che le azioni Microsoft cadranno o continueranno a scendere. Al broker abbiamo effettuato un ordine di vendita per 100 Microsoft cfd a $ 280. Pertanto, tutto ciò che le azioni di Microsoft scendono al di sotto di $ 280 è un profitto. Se le azioni sono scese a 250 dollari chiudiamo l’operazione emettendo un ordine di acquisto a 250 dollari per 100 cfd. L’operazione è stata chiusa e abbiamo vinto.

– ETF inversi su indici: sono fondi quotati in borsa. Ad esempio, un ETF inverso sull’Eurostoxx. Quando l’indice europeo sale del +6% l’ETF reverse perde il -6%%, ma se l’Eurostoxx scende del -6%, l’ETF reverse guadagna il +6%. Questi tipi di prodotti vengono ribilanciati giornalmente, in modo che la loro vera utilità sia nel breve termine, poiché nel lungo periodo perdono l’accuratezza di replicazione rispetto al sottostante.

– Opzioni su indici o azioni: le opzioni sono uno strumento che conferisce al suo possessore il diritto di acquistare o vendere un determinato bene a un prezzo fisso in una data futura. Le opzioni che danno diritto a comprare si chiamano CALL e quelle che danno diritto a vendere si chiamano PUT.

– Warrant su indici o azioni: Uno strumento che offre al suo proprietario il diritto, ma non l’obbligo, di acquistare (Call) o vendere (Put) una certa quantità di un bene a un prezzo fisso.

Bene, finora i 5 modi per andare short e fare trading al ribasso. Avrai visto che ci sono diversi mezzi per questo, ognuno con le sue idiosincrasie.

Quando andare short sui mercati?

Bene, ad esempio nelle seguenti situazioni:

Quando il prezzo perde a medio.

Quando il prezzo raggiunge un resistenza

Quando c’è stato un cambiamento di tendenza.

Iscriviti al blog (è gratuito) e ricevi comodamente i post che vengono caricati sul blog nella tua posta. Inserisci la tua email qui sotto e il gioco è fatto.

Prisma del mercato azionario

di Ismael de la Cruz

Ti piacerebbe dominare il mondo del trading e degli investimenti?

Con Prisma Bursáitl puoi farlo. Iscriviti per € 20 10 € al mese e accedi a: corsi, formazione, idee operative, analisi di mercato e master class di notizie finanziarie.

Abbonati a 10€/mese

Perché dovrei abbonarmi?

Leave a Reply